Remo Remotti: invecchiare è una svolta

remo remotti photo by gabriele gelsi

Ho incontrato Remo Remotti nel 2010, a Roma. All'epoca facevo principalmente il fotografo di scena. L'ho avvicinato facendogli vedere un libretto con delle mie foto che avevo fatto per una compagnia teatrale: "Sei giovane, quanti anni hai? Sei giovane mortacci tua!" Sembrava apprezzare il mio lavoro.

Gli chiesi se avessi potuto andare a trovarlo a casa sua e magari fargli qualche ritratto. Ero intrigato e affascinato dallo spirito profondamente anarchico di Remo e volevo capire se questo atteggiamento lo conservasse anche in casa. E volevo fotografarlo davanti a una delle sue opere.

remo remotti photo by gabriele gelsi
remo remotti photo by gabriele gelsi

Mi offrì il caffè, parlammo a lungo della sua vita, gli anni all'estero e quelli a Roma, e della sua idea di arte.

Tratteggiò un disegno e me lo diede. "Questo te lo regalo. E pija pure qua due soldi."

"Grazie ma... perché?"

"Perché te meriti un regalo. E perché sei secco."

Uscimmo per una passeggiata col suo cane e mentre camminavamo disse qualcosa che non dimenticherò mai: "Invecchiare è una svolta. Fa schifo per un sacco de motivi e questo se sa. Però una cosa buona ce sta. Eccome. Puoi fare il cazzo che te pare. Nessuno te giudica se sei vecchio. E pure se lo fanno sticazzi. Sei vecchio." Così dicendo si girò e senza smettere di parlare si mise a pisciare sul muro.

remo remotti photo by gabriele gelsi
remo remotti photo by gabriele gelsi
remo remotti photo by gabriele gelsi
remo remotti photo by gabriele gelsi
remo remotti photo by gabriele gelsi
remo remotti photo by gabriele gelsi
remo remotti photo by gabriele gelsi

1 commento su “Remo Remotti: Ageing is Cool”

  1. Pingback: Macro Roma: Remotti di Carta – Gabriele Gelsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *